In primo piano

Giudice Pace

Chiusura del Giudice di Pace. Il sindaco Martini: “La giustizia non ci ha guadagnato nulla”

“Non credo che la giustizia abbia guadagnato qualcosa con la chiusura dell’ufficio del Giudice di Pace di San Severino Marche. Noi siamo stati disponibili al massimo offrendo locali e pagamento utenze insieme a un’unità in più per la segreteria ma il ministero è arrivato a chiederci addirittura tre figure da formare in base a criteri e a una selezione che avrebbe portato via da altri uffici della nostra Amministrazione funzionari indispensabili”. Il primo cittadino settempedano, Cesare Martini, riassume con amarezza la sorte di un’istituzione considerata storica: “Con alcuni avvocati settempedani, guidati dal compianto battagliero Pasquale Callea, abbiamo tentato diverse azioni e avviato ripetute iniziative, indirizzando missive e proposte anche al ministero, perché non si giungesse a questo finale amaro per la giustizia in generale. Resto convinto – prosegue il sindaco di San Severino Marche -, che la soluzione migliore non si doveva ricercare nella formazione e nell’utilizzo di ulteriore personale bensì nell’allargamento della circoscrizione del nostro ufficio del Giudice di Pace ad altri Comuni del territorio della nostra Comunità Montana. Nella lettera del 10 dicembre con la quale il presidente del Tribunale di Macerata, Alessandro Iacoboni, annuncia la soppressione si specifica: “Si evidenzia che l’esiguità del numero degli affari pendenti non può giustificare l’ulteriore apertura dell’ufficio nella prevista fase transitoria”. Al momento saranno solo trasferiti i fascicoli per la smobilitazione generale verranno date ulteriori disposizioni”.

V04

Nuovi laboratori didattici per l’Itis “Eustachio Divini”: un intervento che sfiora i 2 milioni di euro

Sarà demolita e ricostruita secondo le più innovative tecniche antisismiche la porzione del fabbricato dell’Istituto tecnico industriale “Eustachio Divini” che ospita i laboratori didattici. Il progetto, che prevede un investimento di un milione e 768mila euro, è stato illustrato nella sede dell’Istituto settempedano dai tecnici che lo hanno predisposto alla presenza, fra gli altri, della dirigente scolastica, Rita Traversi, del sindaco della città, Cesare Martini, del presidente della Provincia di Macerata, Antonio Pettinari. “Di fronte alle tante difficoltà rappresentate dal Patto di stabilità, ai tagli del Governo, al problema delle risorse disponibili e non utilizzabili, la realizzazione di questo progetto è un miracolo. Ma più verosimilmente è il frutto dell’impegno dell’Ufficio Tecnico della Provincia che con solerzia, attenzione e competenza, non lascia mai nulla di intentato fra le possibilità che si creano per ottenere finanziamenti”. Così ha commentato il presidente Antonio Pettinari che ha parlato anche di un’altra opera in corso sul territorio settempedano e bloccata dalla burocrazia dello Stato: la Variante del Glorioso. Viva soddisfazione è stata espressa anche dal sindaco, Cesare Martini: “Investire, come si farà con questo progetto, sulla scuola e l’istruzione per il nostro Paese è molto importante. Farlo in un istituto come l’Itis, che è riuscito a produrre impresa nel senso che ha formato tanti di quelli che oggi sono capitani d’industria, vale ancora di più. In questa scuola c’è, da sempre, la vera formazione al lavoro. Da questa scuola partono, ogni anno, grandi progetti che legano l’Itis al mondo dell’industria ma anche delle nostre Università”.

tecnici

Il Consiglio approva il nuovo Piano Regolatore Generale. Martini: “Una data storica per la nostra città”

Il Consiglio comunale ha approvato, in via definitiva, il nuovo Piano regolatore generale: “E’ una data storica per la nostra città, l’ultimo Prg risaliva ormai al 1986”, ha commentato il sindaco, Cesare Martini, ringraziando i tecnici che hanno lavorato allo stesso ma anche la politica, maggioranza e opposizione, “per l’impegno profuso per giungere alla chiusura di un lungo iter procedurale di uno strumento che è fondamentale per garantire lo sviluppo sostenibile del nostro territorio e per perseguire principi di salvaguardia e valorizzazione delle sue peculiarità. Abbiamo creato le condizioni affinché la nostra realtà territoriale possa rigenerarsi e possa dimostrare la capacità di far fronte, in maniera positiva, agli eventi e ai cambiamenti, anche a quelli a volte non programmabili. Finalmente abbiamo cambiato la visione delle cose, dando priorità ai servizi e poi alla parte abitativa. Questo Piano, con questa sua filosofia, contiene molte innovazioni e non va certo dietro ai singoli cittadini e ai soliti noti”.

Eventi

sabato
20
dicembre
immaginettarit

Concerto di Natale

evento musicale
giovedì
25
dicembre
PeresepeImmaginetta

I Presepi esterni di Cesolo da Natale all’Epifania

arte e mostre
venerdì
26
dicembre
IMMAGINETTA

Christmas Tour

visite ed escursioni

Vi segnaliamo inoltre

Comunicato Stampa

Anziana sfrattata dalla casa popolare. Martini: “Caso umano che merita comprensione”

Comunicato Stampa

Capodanno al Palasport: solidarietà del Sindaco alle società sportive organizzatrici

Comunicato Stampa

Sindaco contro l’Imu sui terreni agricoli: “Per un metro ci costringono a far pagare”

Comunicato Stampa

Telecamere mobili contro la microcriminalità. Martini: “Guerra aperta ai vandali”

Comunicato Stampa

Consiglio comunale dice sì a trasformazione Cosmari ma frena su rifiuti pericolosi

Comunicato Stampa

Protezione Civile: un nuovo sistema per rispondere alle emergenze

Comunicato Stampa

I bambini del Comprensivo “P. Tacchi Venturi” disegnano la pace

Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password