Al via l’iter di costruzione di un Progetto Integrato Locale. Sette i Comuni coinvolti, San Severino Marche capofila

Promuovere e potenziare i  percorsi e i sentieri  del territorio dell’alta valle del fiume Potenza legati  alla mobilità dolce che portino alla conoscenza e alla messa in rete di aree di sosta e punti di interesse relativi al patrimonio paesaggistico e culturale del territorio è la strategia del Progetto Integrato Locale (PIL) che vede coinvolti 7 Comuni del Maceratese: San Severino Marche nel ruolo di capofila, Castelraimondo, Gagliole, Pioraco, Sefro, Fiuminata ed Esanatoglia. A seguito di un protocollo d’intesa firmato e approvato,  le Amministrazioni locali  si sono impegnate a seguire una strategia di sviluppo del territorio secondo una idea forza comune basata sulla progettazione integrata e sulla condivisione delle scelte,  in particolar modo  attraverso  l’indispensabile presenza di un partenariato privato. Il progetto sarà finanziato con i fondi del PSL ( Piano di Sviluppo Locale) del Gal Sibilla relativamente alla programmazione del PSR Regione Marche 2014/2020.

Venerdì 1 febbraio alle 18,30 la sala Aleandri del teatro Feronia ospiterà un incontro pubblico informativo di ascolto e  condivisione. Interverranno alla riunione il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, i referenti del Gal Sibilla e il facilitatore, arch. Cinzia Guarnieri. A seguito di un’attività di animazione e supporto tecnico sul territorio da parte dell’ arch. Cinzia Guarnieri, che ricopre appunto il ruolo di facilitatore, e attraverso un’analisi dei fabbisogni del territorio si è avviato l’iter di costruzione del Progetto che vede come principali linee di azione pubbliche la valorizzazione dei sentieri esistenti legati alla mobilità ciclopedonale puntando su un concetto di “turismo slow”  e del patrimonio culturale o naturale come stazioni nodali e di sosta. A questo si aggiungono le azioni  di imprese private esistenti o di nuova costituzione che, attraverso un coinvolgimento diretto e  una serie di interventi da attuare, possano garantire  la messa in rete, la gestione, e la promozione dei punti di forza del territorio. Il progetto risulta anche in stretta relazione con la  più ampia progettazione nazionale della Ciclovia Adriatica e con quella regionale dei  corridoi vallivi come pettini di collegamento mare/monti. La dotazione finanziaria totale del PIL risulta pari a circa 1.700.000,00 euro e la scadenza per la presentazione del progetto è stata fissata dal Gal Sibilla per il 30 aprile 2019. Stessa tempistica per le sottomisura di finanziamento attivabili all’interno del PIL stesso dai soggetti pubblici e privati. Enti locali, associazioni, imprese e cittadini sono invitati a partecipare all’incontro di presentazione per cogliere le opportunità di finanziamento e per far emergere ulteriori fabbisogni del territorio.

Contenuto inserito il 28/01/2019

Informazioni

Nome della tabella
Autore Daniele Pallotta - Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità