Emergenza maltempo, Protezione Civile porta generatori casa persone malate. Decine di chiamate per rami e alberi caduti

Con l’emergenza maltempo in atto il Comune di San Severino Marche ha registrato decine e decine di chiamate fin dalla scorsa notte. Si stanno garantendo prima di tutto le operazioni di pronto intervento e di soccorso a persone con maggiori difficoltà. L’invito comunque è a non muoversi da casa e a limitare l’uso delle autovetture anche per permettere alla macchina dei soccorsi di operare con maggiore tempestività.

I volontari del gruppo comunale di Protezione Civile hanno consegnato questa mattina due generatori di corrente, messi a disposizione dalla municipalizzata Assem Spa, per alimentare apparecchiature mediche e letti antidecubito di due persone malate impossibilitate a muoversi. I volontari hanno raggiunto con un mezzo fuoristrada la località di Torrone di Serralta e la frazione di Palazzata e nelle prossime ore effettueranno nuovi interventi per garantire il rifornimento di carburante al fine di assicurare l’autonomia dei macchinari almeno per alcuni giorni.

Operai e tecnici dell’ufficio Manutenzioni del Comune stanno lavorando senza soste per lo sgombero della neve ma anche per rimuovere rami e alberi pericolanti caduti sulla sede stradale. Difficoltà si registrano in tutto il vasto territorio comunale, il quarto per estensione di tutta la regione Marche con i suoi 194 chilometri quadrati. I disagi maggiori in via Del Vallato, nei pressi dell’ex cinema San Paolo, per le piante cadute a terra ma anche sulla strada che porta al santuario di San Pacifico, in località Marciano e in località Serrone.

Tantissimi gli interventi anche da parte degli agenti della Polizia Locale che hanno assistito molti automobilisti in difficoltà in tutta la viabilità ordinaria ma anche in quella extraurbana. In mattinata, per un autoarticolato finito ruote all’aria lungo la strada statale 361 “Septempedana” fuori dal territorio comunale, è stato comunque istituito il senso unico alternato all’altezza della seconda rotatoria nei pressi dell’ospedale “Bartolomeo Eustachio”. Interventi in serie anche per alcune luminarie natalizie del centro urbano pericolosamente piegatesi a causa della neve appesantita dalla pioggia delle scorse ore. Disagi anche sulla linea ferroviaria, anche in questo caso per rami pericolanti o rami abbattuti dalla spessa coltre.

Contenuto inserito il 17/12/2018

Informazioni

Nome della tabella
Autore Daniele Pallotta - Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità