Sydonia4
facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail
 

La fiction “Segnati da Dio”, girata in città, in onda su Focus

Arriva finalmente in Italia, in vista della Pasqua, la prima visione assoluta di “Segnati da Dio” la nuova serie tv, a cura della Sydonia Production, realizzata con il patrocinio del Comune di San Severino Marche e quasi interamente girata nel territorio settempedano.

Andrà in onda su “Focus”, canale 56  del digitale terrestre, a partire da mercoledì 15 marzo alle ore 21,15. Cinque gli episodi già programmati. Le altre puntate saranno messe in onda, sempre in prima serata e con lo stesso orario, mercoledì 22 marzo, mercoledì 29 marzo, mercoledì 5 aprile e mercoledì 12 aprile. Del promo della serie tv si può già prendere visione all’indirizzo https://youtu.be/IMXI76_zZY0.

Ogni episodio della nuova serie farà conoscere la straordinaria storia di uno dei tanti “segnati da Dio” che, con le loro vite, hanno testimoniato l’eterna connessione tra Cielo e Terra, tra il supremo e l’umano, mostrando che tutto è possibile nel mondo della fede.

Diversi i set che sono stati allestiti, negli ultimi mesi, nel territorio settempedano per questa sorta di documentario a puntate: dalla faggeta di Canfaito alle grotte di Sant’Eustachio in Domora, dal borgo medievale di Elcito ai castelli di Aliforni e Pitino.

La regia della fiction è firmata da Luca Trovellesi Cesana. Le cinque storie raccolte, ognuna della durata di 45 minuti, racconteranno le esperienze di alcune importanti figure di fede e religiosità come Caterina da Siena, Santo Pio da Pietralcina, San Giuseppe da Copertino,  Caterina Emmerick e San Francesco d’Assisi.

Si tratta della storia di donne e uomini che si sono dedicati completamente al servizio verso gli altri, accettando coraggiosamente anche quelle facoltà sovrannaturali che cambieranno per sempre il corso delle loro esistenze. Come Caterina da Siena, appunto, che ricevette il dono delle stigmate visibili solo dopo la sua morte. O come Santo Pio da Pietralcina che visse il dono della bilocazione e della guarigione in mezzo a scetticismo e devozione. O come San Giuseppe da Copertino così attratto dal Cielo da sperimentare il dono della lievitazione da terra. O, ancora, come Caterina Emmerick che ricevette visioni così dettagliate dei Vangeli tanto da permettere il ritrovamento della casa di Maria. O, infine, come San Francesco d’Assisi che con la sua telepatia parlava con gli animali, che con la sua mistica dialogava con il mondo Sufi e che con le sue estasi riconosceva il vero volto di Dio, quello della Madonna Povertà.

Data di pubblicazione:
09/03/2017
Questo sito è realizzato da Task srl
ed è sviluppato secondo i principali
canoni dell'accessibilità.
Recupera la password