Comunicati Stampa

Nuova stagione Teatri Sanseverino, parata di stelle nel segno dell’amore

Una parata di stelle nel segno dell’amore e un cartellone di oltre settanta appuntamenti. Si alza il sipario sulla nuova stagione dei Teatri di Sanseverino che, ancora una volta, puntano anzitutto sui grandi nomi. Per la prosa, dopo l’apertura affidata a Lucia Tancredi, arrivano al Feronia gli straordinari Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi, Lucia Poli e Milena Vukotic, Michele Placido e Anna Bonaiuto, Angela Finocchiaro, Neri Marcorè e Michele Sinisi che si presenterà al fianco della giovane settempedana Giulia Eugeni.

Sono sette le commedie in cartellone, testi classici ma rivisitati in chiave contemporanea e testi del secondo Novecento; gli autori sono Lucia Tancredi, Alan Bennett (adattato da Edoardo Erba), Alessandro Manzoni (adattato da Michele Sinisi), Aldo Palazzeschi (adattato da Ugo Chiti), Eric Emmanuel Schmitt (adattato da Michele Placido), Tim Firth (adattato da Stefania Bertola), Pier Paolo Pasolini (adattato da Giorgio Gallione). Di riferimento i registi, nomi di primaria importanza nel panorama nazionale: Serena Sinigaglia, Michele Sinisi, Geppy Gleijeses, Michele Placido, Cristina Pezzoli, Giorgio Gallione. In due spettacoli si esibiscono complessi musicali dal vivo.

“Amore è il filo conduttore della stagione – spiega Francesco Rapaccioni, direttore artistico dei Teatri di Sanseverino – Il dopo terremoto ci impone una prova inimmaginabile: ripartire tutti insieme nel segno della solidarietà, della vicinanza, dell’amore inteso in tutte le sue forme e manifestazioni, dall’affetto alla solidarietà. Ci stiamo occupando della ricostruzione di case, paesaggio, scuole, aziende, strade e attività professionali, commerciali e artigianali, ma non da meno è la ricostruzione dei cuori e delle anime per una comunità viva e vitale”.

In abbinamento alla stagione di prosa, che viene presentata in collaborazione con l’Amat, ci sarà anche la rassegna dei film, realizzata in collaborazione con la direzione e i volontari del cinema teatro San Paolo. Otto le pellicole che saranno proiettate all’Italia.

Questo il cartellone della stagione in abbonamento che si apre sabato 21 ottobre con “Una passione slava”. L’amore di Antonio Gramsci e Giulia Schucht tra politica e vita privata, romanzo di Lucia Tancredi proposto in una affascinante lettura scenica in cui la voce dell’autrice si alterna al canto di Serena Abrami e alla musica al pianoforte di Fabio Capponi per raccontare una grande storia d’amore del Novecento poco nota, nella quale i sentimenti si mescolano alla vita pubblica condizionandosi reciprocamente.

Venerdì 10 novembre Maria Amelia Monti e Paolo Calabresi sono i protagonisti di “Nudi e crudi”, divertente romanzo di Alan Bennett adattato per il teatro da Edoardo Erba con la regia della talentuosa Serena Sinigaglia. Al centro della brillante commedia una particolare vicenda coniugale: i protagonisti tornano da una serata a teatro e trovano la casa svaligiata dai ladri, fatto da cui si originano divertenti e surreali situazioni.

Michele Sinisi, attore e regista di grande talento, già ospite al Feronia con “L’arte della commedia” di Eduardo De Filippo, torna a San Severino martedì 5 dicembre con la storia d’amore più famosa di tutti i tempi, “I promessi sposi” di Alessandro Manzoni, in una edizione teatrale curata dallo stesso Sinisi che è anche regista dello spettacolo. Al centro di una nutrita compagnia di giovani bravissimi, spiccano la giovane settempedana Giulia Eugeni nel ruolo di Lucia e lo stesso Michele Sinisi.

“Sorelle Materassi”, romanzo di Aldo Palazzeschi adattato da Ugo Chiti, arriva al Feronia venerdì 15 dicembre con la regia di Geppy Gleijeses, affidato a una irripetibile coppia del teatro italiano: Lucia Poli e Milena Vukotic, accompagnate da Marilù Prati e Gabriele Anagni. Lo spettacolo è raffinato e di grande divertimento, Palazzeschi è il funambolo della letteratura italiana: le sorelle protagoniste si sono private dell’amore e vivono prese da piccole beghe familiari, quando arriva il nipote che mette a soqquadro il loro piccolo mondo di precari equilibri. Tre grandi attrici e il teatro italiano al suo meglio.

Con il nuovo sul palco del Feronia la scena si apre con una coppia di stelle assolute dello spettacolo italiano: Michele Placido e Anna Bonaiuto che saranno i protagonisti di “Piccoli crimini coniugali” martedì 9 gennaio. La storia narra di una coppia dove il marito ha perso la memoria a seguito di un incidente domestico e del percorso di ricostruzione dei ricordi insieme alla moglie.

Divertimento sfrenato e intelligente sulla scia di un film indimenticabile: si parla di beneficenza in “Calendar girls”, spettacolo tratto da un famosissimo film che racconta di un gruppo di sessantenni che, con coraggio e determinazione, al fine di raccogliere fondi per una parrocchia della provincia inglese, decide di realizzare un calendario osée: l’impegno sociale è di primaria importanza e ci piace particolarmente il discorso ironico intorno alla mania di perfezionismo dell’oggi. A capitanare un gruppo di bravissime attrici Angela Finocchiaro arriva per la prima volta al Feronia martedì 20 febbraio in compagnia di Laura Curino, Ariella Reggio, Carlina Torta fra le altre. Il testo è stato adattato da Stefania Bertola e la regia affidata alla brava Cristina Pezzoli, una commedia di grandissimo successo ormai al terzo anno di tournée.

Chiude la stagione mercoledì 21 marzo una originale proposta fuori abbonamento: Neri Marcorè è il protagonista di “Quello che non ho”, uno spettacolo di teatro ecanzone con testi di Pier Paolo Pasolini e canzoni di Fabrizio De Andrè e di Massimo Bubola, Francesco De Gregori, Ivano Fossati e Mauro Pagani, con la regia di Giorgio Gallione. Neri Marcorè, responsabile di quella straordinaria epopea estiva che è stata “RisorgiMarche”, arriva a San Severino per la prima volta, attesissimo, insieme a bravissimi musicisti e cantanti.

Una stagione nella stagione è quella che i Teatri di Sanseverino propongono fuori abbonamento. La programmazione è particolarmente ricca e il palcoscenico è in gran parte per le formazioni del territorio, in modo da favorire la produzione, la ricerca e la sperimentazione in una prospettiva in cui la passione possa divenire occasione lavorativa. Sono decine gli appuntamenti tra prosa, musical, concerti, dialetto e altre originali proposte che provengono da associazioni delle province di Macerata e Fermo grazie alle quali il Feronia diviene palcoscenico di riferimento.

Spicca la presenza di due nomi internazionali della musica: Ginevra Di Marco (sabato 4 novembre, ingresso gratuito) e Mafalda Minnozzi (domenica 10 dicembre, ingresso a offerta).

Due i musical in calendario, entrambi presentati dal Gruppo Teatrale in Bilico di Camerino, ospitato con piacere nell’ottica di vivere il territorio come un’unica città metropolitana. Il primo è la storia in musica di Santa Camilla Battista Varano (Come una carezza, sabato 13 gennaio), il secondo, proposto anche per gli alunni dell’Istituto Comprensivo cittadino, è il musical della famiglia Addams (dal 16 al 19 febbraio).

Legate alla musica sono le proposte della Compagnia Filarmonico – Drammatica di Macerata, “Così fan tutte” (testo di Lorenzo Da Ponte, musica di Mozart, regia di Sauro Savelli) in scena domenica 29 ottobre, la lezione concerto organizzata da Edulingua sulle “Canzoni ambasciatrici d’Italia” sabato 11 novembre.

Dal fermano arriva la proposta del regista Alessandro Rutili con la divertente commedia “Ospiti” di Angelo Longoni (domenica 12 novembre). Non manca il dialetto con la nuova commedia dell’Alternativa: “Un matrimonio con sorpresa” sabato 7 aprile.

Particolarmente ricca la programmazione concertistica: ai tradizionali concerti di Santa Cecilia (Accademia Feronia, domenica 26 novembre), Natale (Orchestra Feronia, sabato 23 dicembre), Gospel (venerdì 29 dicembre), Epifania (Corpo Filarmonico Francesco Adriani, domenica 7 gennaio) e San Valentino (Coro Tourdion Ensemble del Corpo Filarmonico Francesco Adriani, sabato 17 febbraio), si aggiungono il Concerto per il Cinema Teatro San Paolo (Accademia Pergolesi di Jesi, sabato 16 dicembre) e il prestigioso appuntamento con l’Orchestra Filarmonica Marchigiana, Suoni per la rinascita, in data da destinarsi.

Ad aprire il cartellone due originali proposte: da Italia’s got talent arriva Mister David, equilibrista, giocoliere, comico e mago (venerdì 6 ottobre) e da Napoli una originale proposta leopardiana: Gobbosnob. La vera storia dell’esilio napoletano dell’insaziabile Leopardi (sabato 7 ottobre).

Il calendario dei fuori abbonamento si completa con il Festival del “Saper vivere fino alla fine”, organizzato dalla fondazione “L’anello della Vita Onlus” in collaborazione con l’Hospice di San Severino Marche dal 13 al 15 ottobre al teatro Italia, la serata finale della settimana del Club Alpino Italiano con la celebrazione dei settant’anni della sezione settempedana (sabato 25 novembre), “Freschi di stampa” dell’associazione Le Cento Città (domenica 11 febbraio) e la serata di San Valentino a Villa Teloni con l’associazione Sognalibro impegnata nella lettura “Ridere d’amore” curata da Sauro Savelli (mercoledì 14 febbraio preceduta da una “romantica cena in villa”).

Gli “Incontri con l’Autore” sono particolarmente interessanti e stimolanti e si tengono per la maggior parte a teatro Italia. Apre la rassegna domenica 8 ottobre Antonella Cicalò Danioni che presenta Renato Bazzoni e “Tutta questa bellezza”, edito da Rizzoli, punto di partenza della mostra allestita dal Fai, il Fondo Ambiente Italiano, presso il foyer del teatro Feronia. Arriva a San Severino l’idolo dei giovani, il narratore d’amore più noto sui social che non poteva mancare in una stagione dedicata all’amore: Roberto Emanuelli presenta il suo ultimo romanzo “E allora baciami”, edito da Rizzoli, sabato 14 ottobre. Roberto Mancini è presente a palazzo Gentili giovedì 19 ottobre in occasione dell’anniversario della pubblicazione degli Xenia di Montale con un relazione sul tema Estraneità, esilio, comunità: riconoscere l’umanità in ognuno. Direttamente dalla Rai arrivano, ancora a Palazzo Gentili, sabato 18 novembre, i giornalisti Fabio Cappelli (inviato a Parigi per tanti anni e ora responsabile della redazione cultura e spettacoli di RaiNews24) e Roberto Zichittella (conduttore di Rai Radio 3 e redattore di Famiglia Cristiana) in occasione del ventennale del Settempedano per un incontro sull’informazione oggi. Ancora un idolo dei giovani, Simone Riccioni, presenta a San Severino domenica 19 novembreil suo secondo libro, “Tiro libero”, da cui è tratto il film appena uscito nelle sale. Poi un appuntamento (domenica 3 dicembre) per ricordare Francesco Antolisei il più famoso penalista italiano, illustre settempedano di cui ricorrono i cinquanta anni dalla scomparsa. Ignazio Marino, medico chirurgo già sindaco della Capitale, sarà a teatro Italia domenica 28 gennaio per presentare il suo libro “Un marziano a Roma”, edito da Feltrinelli. Quindi spazio agli autori locali: Alessandro Delpriori impegnato in una conferenza sulle Marche di Sisto V presso la pinacoteca civica (sabato 24 febbraio), Giorgio Cingolani e il suo documentario antropologico su Elcito (domenica 11 marzo), Luca Maria Cristini (domenica 18 marzo) e Vincenzo Lombardo (domenica 8 aprile) e le loro ultime fatiche letterarie. Ci saranno poi appuntamento con autori di narrativa per ragazzi riservati all’istituto comprensivo.

Il teatro Italia ospita, ancora una volta, la rassegna “Altre Culture” che presenta un vero e proprio viaggio in giro per il mondo. Si parte dal Giappone fra tradizioni e modernità (domenica 22 ottobre, immagini di Francesco Rapaccioni in occasione della Giornata Nazionale del Teatro), poi si arriva in Colombia, dal deserto alla giungla (sabato 2 dicembre, immagini di Federica Piantoni), passando per l’Antica Persia – futuro Iran, i sorrisi delle donne (domenica 17 dicembre, immagini di Maria Stefania Domizi, incontro con gli iraniani residenti). Il giro prosegue passando da Buenos Aires e Uruguay, dalla pampa all’oceano (domenica 14 gennaio, immagini di Francesco Rapaccioni, incontro con gli argentini residenti), dalla Romania, non solo Dracula (domenica 25 febbraio, immagini di Francesco Rapaccioni, incontro con i rumeni residenti), per giungere al Turkmenistan, il deserto fiorito (sabato 17 marzo, immagini di viaggio di Federica Piantoni, incontro con gli ex sovietici residenti).

Anche per la nuova stagione gli abbonati dei Teatri di Sanseverinoavranno ingresso gratuito alla rassegna cinematografica che verrà proposta in collaborazione con la direzione del cinema teatro San Paolo all’Italia (per i non abbonati è previsto un ingresso a offerta libera). Le proiezioni, in tutto otto, si terranno in doppia serata.

Si inizia con “Il diritto di contare”, una storia di riscatto nell’America degli anni Sessanta (giovedì 26 e venerdì 27 ottobre). Poi “Jackie”: la vicenda della first lady più famosa di tutti i tempi nei giorni tra l’uccisione del marito, il presidente Usa J.F.Kennedy, e il celebre funerale (giovedì 2 e venerdì 3 novembre). “Famiglia all’improvviso” (mercoledì 8 e giovedì 9 novembre) è una divertente vicenda familiare: un ragazzone alle prese con una inattesa paternità. Toni Servillo, in “Lasciati andare” (giovedì 16 e venerdì 17 novembre), è uno psichiatra che si trova a gestire il “rinnovamento” del suo fisico per compiacere la moglie. Particolarmente interessante il film proiettato giovedì 23 e venerdì 24 novembre: Sergio Castellitto e Margherita Buy sono i protagonisti di “Piccoli crimini coniugali”, stesso testo presente successivamente al Feronia nell’interpretazione di Michele Placido e Anna Bonaiuto, per un confronto stimolante sui diversi modi di proporre un copione e sui principali linguaggi artistici, il cinema e il teatro. A seguire (giovedì 30 novembre e venerdì 1 dicembre) “La tenerezza”, il nuovo film di Gianni Amelio: una vicenda affettuosa che narra la storia di una famiglia che si trasferisce dal nord a Napoli ed entra in contatto con un uomo solo e anziano. Molto interessante il successivo film (giovedì 7 e venerdì 8 dicembre), “Tutto quello che vuoi”, storia di un ragazzino che deve occuparsi di un anziano. A chiudere la rassegna “Il medico di campagna” (mercoledì 13 e giovedì 14 dicembre): deliziosa commedia su un medico di un paesino francese che, in malattia, si vede sostituire da una giovane collega che scombina gli equilibri tra i mutuati.

I prezzi di abbonamenti e biglietti restano gli stessi da 11 anni e inoltre sono previsti sconti e agevolazioni per giovani e famiglie. L’abbonamento comprende 6 spettacoli al Feronia a posto fisso, un diritto di prelazione e 8 film all’Italia a posto libero. Gli abbonamenti costano da 30 a 130 euro, mentre i biglietti di ingresso ai singoli spettacoli in abbonamento al Feronia costano da 8 euro a 23 euro.

Gli abbonati possono riconfermare il proprio posto presso il botteghino del Feronia dal 12 al 15 ottobre ore 16-20. I nuovi abbonamenti sono in vendita dal 18 al 20 ottobre ore 16-20 con possibilità di prenotazione telefonica il 18 ottobre dalle 9 alle 12 allo 0733 641296; in caso di prenotazione telefonica gli abbonamenti debbono essere ritirati entro il 18 ottobre alle 20 presso il botteghino.

In occasione dei singoli spettacoli la biglietteria del Feronia (0733 634369) resta aperta il solo giorno dello spettacolo dalle 17 alle 20,45.

Gli appuntamenti presso il teatro Italia e gli “altri luoghi” sono tutti a ingresso gratuito, come anche molti degli spettacoli inseriti nel calendario “fuori abbonamento”.

Gli abbonati possono usufruire del diritto di prelazione per acquistare, al momento della sottoscrizione dell’abbonamento, il biglietto relativo al proprio posto per lo spettacolo concerto di Neri Marcorè, “Quello che non ho”, in scena al Feronia il 21 marzo 2018.

Disponibile il consueto e apprezzato servizio di babysitting gratuito durante gli spettacoli in abbonamento al Feronia, previa prenotazione presso la Pro Loco.

Il punto informazioni per tutta la stagione e la biglietteria per i fuori abbonamento sono gestiti anche quest’anno dalla Pro Loco, aperta da martedì a domenica dalle 9 alle 12,30 e dalle 15,30 alle 19.  I Teatri di Sanseverino sono su Facebook a cura di David Dignani.

Informazioni

Data di pubblicazione02/10/2017
AutoreDaniele Pallotta - Ufficio Stampa
Condividi
Logo del SINP - Sistema Informativo della provincia di Macerata
Il Comune di San Severino Marche
aderisce al SINP e al Centro Servizi Territoriale
della provincia di Macerata