Terremoto, può partire il primo cantiere della ricostruzione pesante

Emanato il primo decreto per la ricostruzione pesante a San Severino Marche. L’Usr regionale ha dato via libera alla concessione di un contributo, per oltre 370mila euro, relativo alla ristrutturazione di una palazzina sita in via Gino Bonichi.

Spero che vengano presentati i progetti per poter ripartire al più presto. Mi auguro di poter vedere spuntare in fretta anche le gru dei cantieri della ricostruzione pesante – sottolinea il primo cittadino settempedano, Rosa Piermattei, che ricorda i numeri dell’emergenza – Sono 199 le pratiche presentate per la ricostruzione privata di cui 173 con riferimento alla ricostruzione “leggera” e all’Ordinanza n. 4/2016. Di queste ne sono state finanziate 73 e chiuse 11. Poi ci sono 26 richieste che fanno riferimento alla ricostruzione “pesante” e all’Ordinanza n. 19/2017. Per 14 edifici, infine, si è preferito accedere alle agevolazioni previste dal Sisma Bonus uscendo quindi dalla procedura ordinaria”.

Il punto sull’emergenza terremoto è stato fatto anche nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale. A San Severino Marche sono complessivamente 876 i nuclei familiari che continuano a percepire il Contributo per l’Autonoma Sistemazione. L’ufficio Servizi Sociali ha pagato il Cas di maggio per un importo complessivo che sfiora i 700mila euro. Complessivamente le domande di Cas inserite nel sistema Cohesion sono state 1.351. In alloggiamento alberghiero ci sono ancora 40 famiglie per 102 persone totali. Di queste 33 famiglie sono a San Severino Marche (90 persone) e 7 fuori Comune (12 persone).

Contenuto inserito il 03/08/2018
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità