2019, chiuso un anno molto intenso. La quotidianità ancora segnata dal terremoto

Il 2019 si è aperto con un’importante vetrina sul territorio: le telecamere di Linea Verde, il   programma che da oltre mezzo secolo racconta sui canali Rai l’agricoltura italiana e le sue eccellenze, hanno fatto visita all’azienda agricola di Cinzia Anibaldi, presentando la raccolta dell’oliva Orbetana, varietà tipica delle nostre campagne. Ad inizio anno è stata poi festeggiata, con entusiasmo, la notizia dell’attivazione dell’indirizzo di studi “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale” presso l’Istituto Professionale di Stato “Ercole Rosa”.

Il primo mese dell’anno si è chiuso con una festa per i volontari dell’Avis che, a San Severino Marche, sono sempre più attivi ma anche più numerosi. Quasi mille le donazioni raccolte, esattamente 945, grazie ai 600 iscritti di cui 485 attivi.

Febbraio si è invece aperto con la presentazione di un Progetto Integrato Locale che vede il Comune di San Severino Marche nel ruolo di ente capofila in una progettualità che coinvolge anche altre sei realtà del territorio – Castelraimondo, Gagliole, Pioraco, Sefro, Fiuminata ed Esanatoglia – e che mira a rilanciare la mobilità ciclopedonale e la valorizzazione di alcuni sentieri attraverso un turismo slow.

Per tutto il 2019 forte è stato l’impegno sul fronte del superamento dell’emergenza terremoto. Ad inizio anno sei famiglie residenti in città si sono viste assegnare altrettanti alloggi dall’Erap attraverso la procedura del cosiddetto “patrimonio invenduto”. Gli assegnatari risultavano destinatari di Ordinanze di inagibilità firmate dal sindaco, Rosa Piermattei, a seguito delle scosse dell’ottobre 2016.

Sempre sul fronte sisma pianificato lo stanziamento di ingenti risorse, si parla di oltre 6milioni di euro, da parte di Anas Spa per interventi sulla viabilità ma anche per la sistemazione di ponti, cavalcavia e sottopassi. Le opere dovrebbero arrivare a partire dal 2020.

La risposta all’emergenza sisma è poi giunta anche con l’avvio del cantiere, sempre a febbraio, per la realizzazione di una nuova sede destinata al gruppo comunale di Protezione Civile. I lavori sono stati portati a termine nel giro di pochi mesi e hanno permesso ai tanti volontari di avere una struttura idonea per lo svolgimento della loro attività quanto mai preziosa in una zona dove le scosse di terremoto hanno più volte fatto sentire la loro violenza seminando panico e terrore tra la popolazione. Grazie ai lavori finanziati dal Dipartimento regionale, la Protezione Civile comunale ha potuto dare seguito alle sue funzioni e ad un’attività straordinaria e unica a servizio della comunità locale e non solo. A maggio la nuova sede è stata inaugurata.

Grande attenzione è stata assicurata anche alle famiglie che continuano a vivere nel villaggio terremotati “Campagnano”, nel rione San Michele, dove sono stati installati nuovi corpi illuminanti sul fronte della strada provinciale verso l’uscita dalla città e dove si è provveduto alla pulizia del fosso che si ricongiunge al fiume Potenza.

Sul fronte della promozione si è lavorato molto anche con una nuova produzione cinematografica dopo “Il ritratto di Leonardo” e la serie tv “Segnati da Dio”. Il gruppo Sydonia ha infatti ripreso nuove scene nell’area del Castello di Pitino, questa volta per la docu-fiction “Sulle tracce di Cristo a Roma”.

Febbraio si è chiuso con un’importante cerimonia: la riapertura, dopo il terremoto, della chiesa del santuario della Madonna dei Lumi. Sempre sul fronte sisma, dopo mesi di lavori, è stata anche messa in sicurezza la Torre di Carpignano. I lavori hanno permesso di revocare l’ultima “zona rossa” ancora esistente dopo il sisma.

A marzo, nell’ambito del progetto “Il turismo esperienziale nel Cuore dell’Italia”, è stata ospitata in città una folta delegazione di giornalisti e documentaristi di canali televisivi cinesi specializzati in turismo.

A fine marzo consegnata l’area cantiere dell’Istituto tecnico tecnologico statale “Eustachio Divini”. I lavori, partiti poco dopo, sono stati più volte fermati per una serie di questioni che, a dicembre, hanno spinto il sindaco anche a lanciare un pubblico appello al presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al premier, Giuseppe Conte, perché le istituzioni nazionali si impegnino a realizzare un’opera di fondamentale importanza per il territorio e, soprattutto, per la formazione di tanti giovani.

L’Amministrazione comunale, anche nel corso del 2019, ha garantito la vicinanza alle imprese del territorio alle prese con una crisi che ormai va avanti da anni in Italia e che da noi si è fatta ancor più sentire a seguito del sisma. Il sindaco ha inaugurato una nuova camera di crescita nella sede di Rocchetta dell’azienda Agroservice, moderno esempio di realtà impegnata nella produzione ma anche nella ricerca e nella sperimentazione nell’ambito del settore delle sementi per l’agricoltura. A giugno ha visitato l’Artigianvetro e aperto una giornata formativa che ha richiamato in città molti professionisti e imprenditore di un settore di vitale importanza per l’economia locale. In estate sempre il primo cittadino ha inaugurato anche diverse attività commerciali e artigianali gestite soprattutto da giovani. Un segno di speranza in un momento particolare.

A fine marzo una toccante cerimonia ha permesso di inaugurare, nella sede dell’Ipsia “Ercole Rosa”, l’aula magna alla dottoressa Marta Bellomarì prematuramente scomparsa a causa di un male incurabile.

Molte le iniziative culturali patrocinate dal Comune negli ultimi dodici mesi. Tra queste la mostra dedicata ai cinquecento anni di fede nei confronti della Vergine di Santa Maria del Glorioso, cui da ben cinque secoli ormai si lega un miracoloso evento della lacrimazione, la mostra “Per le vie di San Severino”, dedicata ai settempedani illustri cui sono dedicate vie e piazze, il raduno delle bande della regione marche, una nuova pubblicazione dedicata a San Severino Vescovo, il Festival d’Estate, la mostra di Stefano Strangers “Anime Terremotate”, la mostra dedicata a Francesco e il Sultano.

Ad aprile cerimonia di inaugurazione del tunnel estensibile destinato a collegare il vecchio plesso con la nuova struttura antisismica della scuola dell’Infanzia “Gentili” donata dalle Missioni Estere dei Frati Cappuccini.

A maggio la campagna promozionale della Città ha avuto una vetrina d’eccezione: l’immagine del teatro Feronia, infatti, ha fatto da cornice allo stand allestito dalla Regione Marche in occasione del Salone internazionale del Libro di Torino.

Poche settimane dopo i luoghi della cultura settempedana, tra cui il teatro Feronia e la pinacoteca, si sono aperti invece alla visita dei delegati del Fai, il Fondo per l’Ambiente Italiano, che ha interessato le ville storiche nella terra dei Salimbeni.

Il mese di maggio si è chiuso con l’inaugurazione del reparto di Lungodegenza all’ospedale “Bartolomeo Eustachio”. Un nuovo reparto con venti nuovi posti letto e personale medico, infermieristico, paramedico e socio sanitario dedicato insieme a una serie di attività di supporto.

A giugno il sindaco ha preso parte, a Roma, alla parata ai Fori Imperiali in occasione delle celebrazioni per la Festa della Repubblica.

E sempre a giugno Comune e volontari dell’associazione Help Sos Salute e Famiglia hanno inaugurato i nuovi giochi nel parco pubblico di via Lorenzo d’Alessandro. E nuovi giochi anche a Cesolo con l’inaugurazione, ad agosto, di scivoli e altalene.

L’estate scorsa per la prima volta si è riusciti a mettere insieme un cartellone di eventi, il “Summer Time”, dove sono finiti il San Severino Blues Festival, il Feronia International San Severino Festival, il Palio dei Castelli, gli incontri culturali del Progetto Erasmus, la rassegna di film Una Piazza da Cinema, la kermesse Una Ragazza per il Cinema, l’International Street Food, la Sagra della Porchetta ma anche, e soprattutto, l’evento clou dell’estate: vale a dire il concerto del cantautore Irama che ha richiamato in piazza Del Popolo migliaia di spettatori – 7 mila la cifra ufficiale -, soprattutto adolescenti e famiglie, in una serata davvero indimenticabile.

Giugno è stato chiuso con un taglio del nastro commovente: quello che ha visto intitolare ad Antonino “Toti” Barone la nuova palestra comunale presso l’Istituto comprensivo “Tacchi Venturi”.

Luglio si è invece aperto con l’intitolazione di una nuova via a Don Amedeo Gubinelli, poeta, giornalista, scrittore, uomo di cultura e “maestro di vita” che formò generazioni e generazioni di settempedani.

Sulle colline sopra San Severino è tornato di scena il festival RisorgiMarche. La rassegna musicale ideata da Neri Marcorè e dedicata alle comunità colpite dal terremoto del 2016 ha ospitato uno spettacolo unico animato dal duo composto da Stefano Bollani al piano e Hamilton De Holanda al badolim.

Ad agosto comunità in festa per l’inaugurazione di un’ala del santuario di Santa Maria del Glorioso destinata ad accogliere gli utenti del progetto “Dopo di Noi” per le famiglie di persone con disabilità.

Ferragosto ha invece salutato con gioia e letizia la notizia del potenziamento della presenza francescana nel santuario del Santissimo Salvatore in Colpersito dove è stato anche avviato un Centro di esperienza e formazione.

Tra le iniziative promozionali merita di essere citato lo speciale reportage, che ha interessato anche la Città di San Severino Marche, che la rivista Vanity Fair ha dedicato al territorio marchigiano. Da San Severino l’inviata del settimanale è partita proprio per raccontare la poesia delle nostre terre.

A settembre inaugurazione, nella sede del Tennis Club Settempedano, di due nuovi terreni di gioco ricoperti con una rivoluzionaria pavimentazione in resina acrilica capace di garantire prestazioni al top.

In piazza Del Popolo l’ultimo fine settimana del mese vetrina sul mondo delle imprese locali grazie alla 29esima edizione della Mostra Mercato delle Attività Produttive inaugurata dal Capo della Protezione Civile nazionale, Angelo Borrelli, in segno di ripresa e rinascita dopo le scosse di terremoto del 2016.

Ottobre si è invece aperto con la conclusione dei lavori di messa in sicurezza degli spazi scuolabus in piazza Del Mercato e la conclusione di un importante intervento pubblico che ha consentito l’apertura di nuovi spazi per la libera sosta in una delle aree più centrali della città.

A chiudere il mese di ottobre la cerimonia del taglio del nastro della nuova sede della Croce Rossa Italiana in via Brodolini.

Novembre si è invece aperto con la consegna in aula di borracce termiche da parte del sindaco Piermattei e con l’eliminazione, dai distributori automatici, delle vecchie bottigliette in plastica. L’ennesima risposta, in tema ambientale, di un’Amministrazione che ha sposato il progetto Plastic Free e che ha sottoscritto, esattamente due anni fa, il Patto dei Sindaci per il clima e l’ambiente.

A chiudere il penultimo mese dell’anno l’inaugurazione, in piazza Del Popolo, della mega installazione “Desidera per aspera ad astra”. Ben venti stelle giganti in plexiglass ororiflettenti, alte da 1,60 a 2,60 metri, a dare forma e colore a un’installazione da sogno pensata dal gruppo di giovani professionisti Altrimenti per ravvivare il Natale settempedano e realizzata grazie al contributo di Comune e Pro Loco.

Dicembre si è invece aperto con la consegna e l’inaugurazione di una nuova autovettura ibrida destinata al servizio di Taxi Sociale e dell’ufficializzazione del progetto San Severino e-mobility Care destinato alla mobilità gratuita per la popolazione anziana.

Sul fronte ricostruzione inaugurati a metà mese anche due alloggi ricavati nell’ex scuola di Stigliano. L’edificio, di proprietà comunale, è stato sistemato grazie ai fondi messi a disposizione dall’Ordinanza 27/2017 del Commissario speciale alla ricostruzione.

Complessivamente, negli ultimi dodici mesi, il primo cittadino settempedano ha firmato più di 100 revoche di inagibilità. In alcuni casi si è trattato anche di revoche che hanno interessato edifici abitati da diversi appartamenti.

All’ufficio Sisma del Comune di San Severino Marche, alla data del 24 dicembre, sono state presentate in totale 390 pratiche, di cui 270 relative alla ricostruzione leggera, 116 relative alla ricostruzione pesante e 4 relative alle attività produttive. Sono 45 in totale le pratiche che hanno riguardato, invece, la delocalizzazione sempre delle attività produttive. In tutto sono state finanziati 202 cantieri, di cui 186 relativi alla ricostruzione leggera e 16 relativi alla ricostruzione pesante, per un importo complessivo di oltre 32milioni di euro. In tutto sono state chiuse 141 pratiche mentre per altre 33 si è preferito fare ricorso al cosiddetto “Sisma bonus”.

Grande impegno in molti campi, per tutto il 2019, per l’Amministrazione comunale. Migliorata la sicurezza in città con l’installazione di nuove telecamere grazie alle quali ormai si è completato il monitoraggio dei varchi d’ingresso e d’uscita al centro e nei principali quartieri periferici. Ben 72 gli impianti già installati, molti dotati di sistema Ocr per la lettura ottica delle targhe automobilistiche.

Tra le opere pubbliche, da segnalare la sistemazione di alcuni tratti in via San Michele, via Garibaldi e via Merloni, insieme ai nuovi asfalti in via Ariosto, via Madonna dei Lumi e via Alighieri e la nuova illuminazione in diverse vie e piazze del centro storico, nella zona industriale e nel rione Settempeda. Nuovi asfalti anche nelle frazioni di Isola, Paterno e Carpignano e per la Parolito – Colleluce. Nuovi anche i marciapiedi e i percorsi pedonali di viale Mazzini dove insieme all’abbattimento delle barriere architettoniche si è anche provveduto alla sistemazione della pubblica illuminazione con la posa in opera di nuovi corpi illuminanti fino via San Michele. Affidati, infine, la progettazione delle opere di ampliamento del cimitero cittadino e i lavori di sistemazione delle tombe ipogee e dei colombai. Sono poi iniziati i lavori di manutenzione straordinaria dei percorsi pedonali e delle aree a verde di Castello al Monte. Nel santuario di Santa Maria del Glorioso ultimate le opere di sistemazione del chiostro finanziate con i fondi degli Sms Solidali.

Il 20 dicembre l’Amministrazione comunale ha reso noti, alla presenza del funzionario della Soprintendenza, architetto Pierluigi Salvati, gli interventi ipotizzati per la realizzazione della nuova scuola Luzio.

Molti i protagonisti dello sport che hanno fatto parlare di San Severino Marche in Italia e nel mondo in questo 2019. Ha lasciato tutti col fiato sospeso l’impresa eroica di Alberto Cambio che ha conquistato il record italiano, scendendo sotto le 100 ore, nel Quintuplo Iron. Con orgoglio la città intera ha visto consegnare il titolo europeo a squadre al settempedano d’adozione Sebastiano Molinari mentre altri titoli sono andati ai piccoli e grandi campioni del judo del club J-Etic. Festeggiata, a luglio, la nascita di una nuova associazione, la “Bike Zone” che, oltre a mettere insieme appassionati di ciclismo, ha aperto l’attività anche a diversi progetti di promozione del territorio. Quella del circuito del San Pacifico si è confermata come una delle migliori piste del centro Italia tanto che il più volte campione del mondo Antonio Cairoli ha deciso di venire a girare qui in estate. Sullo stesso circuito sono state ospitate molte competizioni tra cui una prova del Campionato tricolore. Mondiale anche la competizione che ha visto protagoniste in città le donne del ciclismo che si sono sfidate, a settembre, nel Giro delle Marche in Rosa. Al via atlete di diverse nazioni.

Sul fronte cultura sempre molto puntuale e presente l’attività dei Teatri di Sanseverino con protagonisti unici del panorama nazionale e stagioni ricche di eventi ed appuntamenti per ogni tipologia di genere. L’ultima stagione invernale, quella presentata lo scorso settembre, vanta un cartellone di ben 80 appuntamenti e grandi protagonisti come Max Giusti, Fabrizio Bentivoglio, Paola Quattrini, Arturo Cirillo, Tullio Solenghi e Massimo Lopez, Lello Arena, Enzo Decaro e tanti altri ancora.

Grande impegno anche nei confronti delle giovanissime generazioni con l’inserimento del Comune nella rete delle Città sostenibili amiche dei bambini e degli adolescenti.

 

Contenuto inserito il 04/01/2020

Informazioni

Nome della tabella
Autore Daniele Pallotta - Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità