Il Consiglio comunale “salva” l’ufficio del Giudice di Pace

Con voto unanime dei presenti il Consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno con il quale ha stabilito che si farà carico del mantenimento dell’Ufficio del Giudice di Pace, che ha sede nello storico palazzo dei Governatori. Il servizio, infatti, rischiava la chiusura in base alle recenti novità legislative. L’Amministrazione settempedana, oltre a garantire la sede di via Cesare Battisti e ad accollarsi le spese di mantenimento, come avviene da anni, metterà a disposizione anche un’unità di personale, garantendo quindi l’apertura dell’ufficio stesso “che – è scritto nel testo della delibera – è un presidio fondamentale per l’amministrazione della giustizia locale”.

A seguito della decisione presa dal Consiglio comunale di San Severino Marche rimarrebbe a carico dell’amministrazione giudiziaria unicamente la determinazione dell’organico di personale di magistratura ordinaria nonché la formazione del personale amministrativo.

Nella stessa seduta il Consiglio comunale ha anche approvato un secondo ordine del giorno avente ad oggetto il mantenimento del tribunale di Camerino con il quale l’Assise cittadina ha invitato il Governo “a garantire la permanenza del Tribunale di Camerino nel procedimento di revisione degli uffici giudiziari di primo grado di cui alla legge delega, ed al contempo a sottoporre all’esame del Parlamento una proposta di revisione delle circoscrizioni giudiziarie che preveda l’ampliamento della circoscrizione del Tribunale di Camerino, se del caso mediante l’attivazione di un tavolo di concertazione che coinvolga, unitamente al Ministero della Giustizia, tutti gli operatori del diritto della zona per addivenire alla formulazione di proposte condivise”.

Contenuto inserito il 28/04/2012

Informazioni

Nome della tabella
Autore Daniele Pallotta - Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità