Serata d’applausi per l’esibizione del Piccolo Coro dell’Antoniano

Serata da applausi, nella suggestiva cornice di piazza Del Popolo, per l’esibizione musicale del Piccolo Coro dell’Antoniano “Mariele Ventre”, diretto da Sabrina Simoni. Il luogo simbolo della città di San Severino Marche, che negli anni Ottanta ospitò un altro memorabile live diretto dalla fondatrice della formazione legata al festival dello Zecchino d’Oro, ha accolto un pubblico speciale fatto di tantissimi bambini, accompagnati dalle loro famiglie, riuscendo a regalare più di un’ora di emozioni con musiche entrate ormai nella testa di tutti.

Nel bis finale sul palco anche la giovanissima artista settempedana Nicole Marzaroli che, a soli 5 anni d’età, ha sfiorato la vittoria della 60esima edizione del festival. Con lei pure un’altra promettentissima voce marchigiana, quella di Anita Bartolomei di Belforte del Chienti che, ad 8 anni, si è aggiudicata la 63esima edizione della rassegna canora dedicata ai più piccoli grazie al brano “Custodi del mondo”, scritto da Simone Cristicchi e Gabriele Ortenzi.

Le due talentuosissime voci di casa nostra si sono viste dedicare un vero e proprio medley con i brani più ascoltati e scaricati, da sempre, del festival. Per loro un posto d’eccezione sul palco di piazza Del Popolo nel corso dell’applauditissima serata presentata da Marco Moscatelli.

Emozionata, nel portare il proprio saluto, il sindaco della Città di San Severino Marche, Rosa Piermattei, che ha salutato la colorata piazza che eè tornata ad animarsi dopo la lunga pausa imposta dal Covid.

L’evento, promosso dalla Provincia Picena San Giacomo della Marca dei Frati Minori, con il patrocinio dell’Amministrazione comunale, è stato organizzato in occasione del terzo centenario della morte di San Pacifico.

Tra i brani cantati dalle voci bianche del Piccolo Coro dell’Antoniano “Mariele Ventre”, le canzoni celebri quali “Il pulcino ballerino”, “Il Katalicammello”, “Quarantaquattro gatti”, “Il caffè della Peppina”, “Le tagliatelle di nonna Pina” e poi, ovviamente, “L’asinello Nunù” della settempedana Nicole Marzaroli, tra i dieci brani più noti della storia dello Zecchino. Un brano profondo dedicato alla dislessia col racconto della storia di un asinello speciale che pasticcia un po’ le parole con le lettere.

Contenuto inserito il 28/06/2022

Informazioni

Nome della tabella
Autore Daniele Pallotta - Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità