Una discarica a cielo aperto tra i cassonetti in località Gaglianvecchio

Vecchi pneumatici abbandonati, compreso un grosso copertone di un mezzo agricolo, parti di carrozzeria dismesse, tapparelle e coperture in pvc non più utilizzabili, bidoni esausti di vernici e solventi, scatoloni vuoti, maxi sacchi dell’umido da dove spuntano confezioni di cibo scadute. Una vera e propria discarica a cielo aperto quella rinvenuta in località Gaglianvecchio, dove in realtà dovrebbe esserci una piccola isola ecologica. I cassonetti del giallo utilizzati per gettare di tutto, quelli del vetro e dell’umido lasciati aperti ma vuoti. Ovunque il libero abbandono di materiali anche pericolosi.

Il Comune di San Severino Marche condanna apertamente simili gesti, segno di inciviltà e mancanza assoluta di rispetto verso i cittadini che si attengono alle regole. L’episodio, subito segnalato all’autorità, è solo l’ultimo di una lunga serie che interessa le frazioni, le zone di campagna, ma anche il centro abitato. E i controlli, purtroppo, non possono arrivare ovunque vista la vastità del territorio settempedano.

“Perseguiremo chi continua a ignorare le più elementari regole del vivere civile” – fanno sapere dall’Amministrazione comunale.

Il sindaco di San Severino Marche, Rosa Piermattei, ha disposto verifiche per risalire agli autori dell’inqualificabile gesto: “Chiediamo la massima collaborazione da parte di tutti per evitare il ripetersi di simili azioni, ma anche di segnalare subito quanto possa aiutarci a individuare i responsabili di abbandoni indiscriminati che vanificano il nostro quotidiano impegnato a favore dell’ambiente”.

Va ricordato che il Codice dell’ambiente prevede sanzioni di carattere amministrativo, che possono arrivare anche al penale, per “l’abbandono e il deposito incontrollati di rifiuti sul suolo e nel suolo”. E’ punito, inoltre, “chiunque abbandona o deposita rifiuti ovvero li immette nelle acque superficiali o sotterranee”. Si cade nel penale, come detto, se ad abbandonare o depositare rifiuti in modo incontrollato sono “titolari di imprese o responsabili di enti”. Anche l’abbandono dei rifiuti vicino al cassonetto può rientrare a pieno titolo nella normativa appena descritta.

Contenuto inserito il 22/10/2019

Informazioni

Nome della tabella
Autore Daniele Pallotta - Ufficio Stampa

torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto
Questo sito è realizzato da Task secondo i principali canoni dell'accessibilità